Leggings

Visualizzazione di tutti i 4 risultati

Visualizzazione di tutti i 4 risultati

Il negozio Lorcastyle suggerisce dei capi cult all’interno dell’abbigliamento da donna e ragazza, i leggings, dei pantaloni ultra aderenti, declinati in differenti tessuti.
Si tratta dell’evoluzione dei foseaux anni ’80, quelli dei videoclip musicali di Cindy Lauper e della rockstar Madonna, più coprenti e minimali, adatti ad essere utilizzati come dei veri e propri pantaloni aderenti.
Ad esempio, da Lorcastyle è possibile trovare modelli in materiale jersey, comodo e confortevole, sopra la caviglia, perfetto da abbinare con ballerine rasoterra o con calzature che scoprono il collo del piede.
Molto interessanti anche i leggings slim fit in jeans, una versione super attillata dei classici pantaloni in denim, con tasche posteriori e cuciture a vista; questi modelli sono l’ideale con maglioni invernali oversize, camicie da uomo, bluse dal taglio geometrico, tutti capi che creano contrasti di volumi e lunghezze con la parte sotto, più aderente. Per un look super skinny si può anche osare una canotta con bretelle o un crop-top con coppe preformate o imbottite.
Per le serate speciali, sono da provare i leggings in tessuto scamosciato e con cerniere sulla caviglia, lisci, morbidi e lucidi.

Leggings: come indossarli alla perfezione e non commettere errori di stile

Leggings: non semplici pantaloni

Ricordate Madonna e Cindy Lauper che, nei videoclip degli Anni Ottanta, si dimenavano in modo furioso in fuseaux di pelle attillatissimi che mettevano in evidenza le forme e quasi bloccavano il respiro? Oggi i tempi sono cambiati e quei fuseaux così stretti e aderenti si sono decisamente evoluti, lasciando spazio a capi più freschi e versatili da indossare in qualunque occasione. Stiamo parlando dei leggings, un capo nato inizialmente per praticare attività sportiva indoor e outdoor ma che, grazie alla sua estrema versatilità, è stato sdoganato sulle passerelle internazionali della moda ponendosi a metà strada tra un fuseaux e un vero e proprio pantalone. Da Lorcastyle, negozio sempre al passo con i tempi e attento alle richieste e alle inclinazioni delle clienti, potremo trovare decine di modelli di leggings da abbinare a camicie, giacche, t-shirt e casacche eleganti a seconda dell’ispirazione e del mood del momento. Benché si tratti di un modello aderente – ma sicuramente molto meno attillato del classico fuseaux – il leggings sta bene davvero a tutte le donne, anche a quelle curvy dalle forme più morbide, purché si valorizzi con gli accessori giusti e non appiattisca la figura. Indossarli, certamente, non è sempre un’impresa facile: spesso, infatti, i tessuti sono troppo stretti e non cedevoli al tatto. Puntando, però, su tessuti più freschi, malleabili e traspiranti, non solo potremmo indossare i leggings nella vita di tutti i giorni ma anche sfruttarli come base da cui partire per creare un outfit elegante e raffinato perfetto per le cerimonie di gran classe.

La versatilità del leggings: ecco perché lo adoriamo!

Fatta una doverosa premessa, tuffiamoci nell’incredibile mondo rappresentato da questo capo di abbigliamento e scopriamo perché non dovrebbe mai mancare all’interno del nostro guardaroba. Decisamente versatile e dall’allure fresca e contemporanea, il leggings è stato completamente rivisto negli ultimi anni e, da capo eminentemente ginnico e utilizzato per lo sport, adesso è diventato un vero e proprio passepartout, un must have davvero irrinunciabile, soprattutto quando non sappiamo come vestirci o non abbiamo le idee chiare sugli abbinamenti.
Se, infatti, in inverno esso ha il pregio di tenere le gambe al caldo alla stregua di un pantalone o di una calzamaglia di lana, in primavera e d’estate ci tiene fresche, ci impedisce di sudare e funge da base per vestitini in cotone o in pizzo sangallo che tanto ricordano le atmosfere Seventies.
Grazie all’innata versatilità che li contraddistingue, infatti, i leggings possono essere accostati agli accessori più disparati, da quelli classici a quelli sportivi, per creare outfit sempre nuovi, originali, sofisticati e ricercati a seconda dell’occasione di stile che, di volta in volta, si presenta.
Se l’abbinamento leggings e mini dress, proposta dal padre del fuseaux Emilio Pucci e rivisitata abilmente dalla regina della minigonna Mary Quant, resta sempre valida e da tenere presente per creare un look sbarazzino e giovanile, il leggings può essere abbinato a cardigan, magliettoni oversize, bluse sciancrate e casacche dall’allure ultrachic e romantica per un effetto davvero sorprendente.

Come abbinare i leggings?

Questa è la principale domanda che si pongono le fashion addicted di tutto il mondo. La risposta non può essere semplice o univoca giacché ogni fisico necessita di uno specifico accostamento e di un tessuto realizzato ad hoc per mimetizzare i difetti ed esaltare i punti di forza. Benché siano entrati prepotentemente nell’immaginario collettivo e abbiano fatto la storia del cinema, dimentichiamo i leggings o, meglio, i fuseaux indossati da Audrey Hepburn nel cult Sabrina e quelli graffianti di pelle indossati da Olivia Newton-John in Grease nella scena finale della pellicola. Eccessivamente basico e minimal il primo, adatto a un figurino esile e privo di forme quale quello quasi efebico della Hepburn, too much il secondo, da riservare solo a determinate occasioni e certamente non indicato per la vita di tutti i giorni. Da evitare anche gli shredded leggings, quelli tutti sfrangiati e strappati lanciati dalla diva dell’eccesso per eccellenza, Miss Stefani Germanotta, alias Lady Gaga. Perfetti per un party avveniristico o per una festa in maschera, questi leggings sono davvero difficilissimi da indossare, soprattutto se non vantiamo un fisico piuttosto scolpito e scultoreo.
Molto interessanti, invece, i cosiddetti jeggings: sempre più simili a veri e propri jeans, essi vantano tasche e zip, potendo essere slacciati alla stregua dei più comuni pantaloni. L’accostamento ideale per i jeggings? Una camicia morbida sui fianchi, ricca di ruches e increspature sul davanti, perfetta per assicurare movimento e vitalità a un look che può diventare davvero fonte d’ispirazione per le donne di tutte le età.
Per trovare il giusto abbinamento con i leggings dobbiamo tenere presente che non si tratta di veri e propri pantaloni, non sono assimilabili alla biancheria intima e, soprattutto, non sono collant. Non dobbiamo assolutamente commettere l’errore di accostare il leggings a una maglietta corto oppure a un top ridottissimo non solo per evitare l’effetto “too much” ma anche per evitare di fossilizzare l’attenzione sui punti critici del nostro fisico. Per non incorrere in grossolani errori di stile e apparire sempre al meglio, puntiamo su lunghezze e contrasti: scegliamo, infatti, t-shirt che cadano morbide sul girovita, casacche monospalla che catturino l’attenzione sulla parte alta del busto, cardigan e blazer, d’inverno soprattutto in morbido cashmere, che coprano il lato B e che abbiano il pregio di ingentilire la figura. Per un outfit ricercato e sofisticato anche per l’ufficio, scegliamo volumi maxi rappresentati da maglioni in inverno e caftani coloratissimi in estate, da abbinare a sandali rasoterra o espadrillas divertenti e iconiche, stravaganti al punto giusto. Se, invece, decidiamo di indossare i leggings per una serata in compagnia degli amici, informale e dal tono easy, possiamo anche decidere di giocare un po’ in più, giocando con l’intramontabile mix&match. Qualche esempio? Se amiamo i leggings in pelle possiamo indossarli con una casacca dall’allure romantica oppure accostarli a una camicia ricca di ruches e volants che smorzi un po’ il tono aggressivo dei pantaloni. Ai piedi, poi, via libera indifferentemente ad anfibi dal taglio rock e grunge oppure, per uno stile più ricercato, mules, décolleté e slingback dal cinturino prezioso per creare un look bon ton e ultrafemminile, da sfruttare e replicare in qualsiasi occasione. Il plus di un outfit di questo tipo? I sandali a listini in pelle dal tacco a spillo assolutamente spettacolare e vertiginoso da perfetta fashion addicted.

Gli errori da evitare

Benché i leggings siano pratici e versatili contribuendo a risolvere decine di situazioni di stile, non dobbiamo commettere l’errore di usarli a sproposito o di abbinarli a capi completamente stonati che rischiano di macchiare inesorabilmente il nostro look. Come abbiamo già anticipato, il leggings mette in evidenza la parte posteriore del nostro corpo, catapultando l’attenzione su glutei e schiena. Se il nostro lato B è decisamente prorompente oppure se abbiamo curve morbide e generose, abbinare il leggings a un crop top equivarrebbe a un vero e proprio suicidio di stile. Scegliamo, pertanto, volumi appariscenti, morbidi e oversize che accarezzino delicatamente la figura senza segnarla e che superino, almeno di qualche centimetro, la lunghezza dei fianchi. Scegliamo delle francesine bicolore, puntiamo su una cloche dal sapore parisienne e indossiamo una tracolla borchiata, ancorché di piccole dimensioni. L’insieme sarà ultrachic e davvero “fashionable”! Altro errore da evitare la scelta di un leggings di un bianco accecante o, peggio ancora, dalle trasparenze in piena vista. Qui, a ben vedere, non si tratterebbe semplicemente di una caduta di stile ma si correrebbe il rischio di diventare eccessivamente volgari o sopra le righe. Attenzione, però: nessuno ci vieta di indossare un leggings bianco, beige o nude. Basta semplicemente accostarlo a capi oversize che nascondano le forme e che creino un interessante gioco di colore con la fantasia del leggings scelto. Decisamente da evitare la combinazione leggings-piumino corto o bomberino: l’effetto omino Michelin, difatti, è proprio dietro l’angolo, anche se si vanta un fisico sinuoso e filiforme. Per proteggersi dai rigori del freddo, anche in questo caso, vale la regola del volume maxi e scivolato, quasi appoggiato. Via libera a cappotti in lana pettinata o bouclé oppure in caldo cashmere: lasciati sbottonati, infatti, essi hanno il vantaggio di allungare otticamente la figura e di puntare l’attenzione sul look nel suo complesso. I look da cui trarre ispirazione? Quelli della pellicola cult “Il diavolo veste Prada”: con i leggings attillati, spazio a maxi volumi, collane, giacche e cappotti dal taglio elegante e ricercato, da perfetta fashion victim. Quando indossiamo un cappotto oversize insieme al leggings, però, dobbiamo necessariamente assottigliare la figura: bandite, dunque, le ballerine e i sandali ultraflat mentre sono considerati benvenuti gli ankle boots, le peep toe, le slingback e le immortali décolleté. Un outfit prezioso di questo tipo, inoltre, necessita di abbinamenti di pari importanza. Per un outfit da giorno, dunque, spazio a shoulder bag, postine, tote bag e briefcase mentre di sera, per le uscite con gli amici e persino per una cerimonia solenne, minaudiere, clutch e pochette appaiono davvero indispensabili.

Tanti stili diversi per reinterpretare il leggings

Un capo d’abbigliamento versatile come il leggings può regalare davvero tantissime soddisfazioni nel campo della moda. A seconda, infatti, che si preferisca uno stile sportivo o elegante, contemporaneo oppure dall’allure vintage e ricercata, il leggings può davvero lasciare tutti senza fiato. Se per l’abbigliamento sportivo non abbiamo troppi problemi giacché possiamo liberamente accostarlo a giacche da palestra oversize, a t-shirt stampate, a sneackers colorate e a borsoni ultraresistenti e capienti, quando vogliamo creare un outfit elegante e sorprendente, non possiamo assolutamente permetterci di sbagliare. Se, infatti, intendiamo regalare al nostro look un aspetto orientaleggiante fatto di stoffe e ricami preziosi, scegliamo con estrema cura il capo da abbinare al leggings. Banditi, a tal proposito, i colori smorti e non in linea con il leggings ma spazio a caftani dai tessuti leggeri e impalpabili, a stoffe ricercate e preziose decorate o intessute con perline e fili d’oro. Un outfit di questo tipo, non a caso, si rivela perfetto per una cerimonia d’alta classe e può essere indossato e fatto proprio anche da una mamma in dolce attesa che intende nascondere le rotondità della gravidanza. Per rendere ancora più ricercato un look simile, puntiamo sul blocco di colore: scegliamo il bianco, il nero, l’argento e il blu notte e preferiamo accessori piccoli e preziosi che accendano l’insieme ma senza sovraccaricare eccessivamente.

Voglia di un look androgino? Scegliamo con cura gli abbinamenti

Quando vogliamo stupire gli altri e regalare un’immagine un po’ diversa da quella tradizionale, prendiamo il leggings che più ci piace e destrutturiamo completamente il nostro look. Un bel leggings di pelle, infatti, può trovare il suo naturale alleato in un blazer o in una giacca da smoking dal taglio maschile, in mocassini in latex e in una shoulder bag da portare con estrema nonchalance sulle spalle. Se vogliamo osare ancor di più, lasciare tutti senza fiato e ricreare un look quasi androgino ma davvero seducente, scegliamo un leggings aderente nero, indossiamo una brassiere interamente di pizzo e completiamo il look con un cardigan o un cappotto in avvolgente mohair che giochi con i tradizionali contrasti di colore bianco-nero, nero-rosso, nero-grigio. Indossiamo plump dal tacco altissimo e scegliamo una minaudiere tempestata di perline e cristalli. Con i leggings di Lorcastyle, dunque, potremmo sempre creare nuovi look, scenografici e d’impatto.