Pubblicato il

Colloquio in arrivo? La tua è una vita da ufficio? I 6 outfit da non scegliere mai

Attenzione a cosa pescate nell’armadio

Il momento è arrivato: il colloquio che aspettavate da mesi per il posto che sognate è stato fissato. Dovete solamente decidere l’outfit giusto tra le mille possibilità offerte da ogni guardaroba femminile che si rispetti. Studi e ricerche hanno saputo evidenziare quali sono gli accessori e gli accostamenti da scegliere per risultare assolutamente perfette in una circostanza in cui bisogna essere valutate per le proprie competenze nel giro di pochi minuti. Tuttavia, affinché il panico che potrebbe cogliervi di fronte all’armadio non abbia la meglio, è bene evidenziare quali sono le sei tipologie di abbinamenti che assolutamente è sconsigliato indossare per sostenere un colloquio di lavoro o per essere sempre perfette in ufficio. Nel primo caso, in breve tempo, dovremmo cercare di convincere il nostro interlocutore che rappresentiamo davvero ciò che cerca da un punto di vista delle competenze, ma anche che siamo persone affidabili, coerenti e precise. Il look per un colloquio può ovviamente variare in base al tipo di lavoro che si dovrà poi andare svolgere: ambienti creativi potrebbero non necessitare di un eccessivo rigore nel look, tuttavia alcuni capi di abbigliamento sono comunque assolutamente da evitare. Lo stesso dicasi per le lunghe ore trascorse in ufficio. A volte basta un solo dettaglio per rovinare un outfit: pronte a scoprire quale? 

Banditi tutti gli accostamenti trasandati 

Un paio di jeans vecchi e sformati, un maglione con i pallini, delle scarpe da tennis logore e impolverate. Questo mix disordinato e caotico certamente è da condannare, se volete fare buona impressione di fronte ad un potenziale futuro capo o in riunione. Trasmettereste l’idea di non tenere a voi stesse, e questo certo non può essere un bene mentre siete di fronte a qualcuno che dovrebbe pagarvi per svolgere un lavoro. Anche l’accostamento cromatico è molto importante per poter fare una buona impressione. Indossare una serie di capi mal coordinati tra di loro darà ugualmente un’idea di trasandatezza e sciatteria.

Evitare gli outfit troppo eccentrici o appariscenti

Ogni occasione d’uso necessita dell’abbigliamento adeguato. Per questa ragione alcuni vestiti o accostamenti molto carini per la sera o per feste ed eventi vanno decisamente esclusi per un incontro di lavoro. Il vestito aderente in pelle certo è tra questi. Magari vi calza divinamente, ma un colloquio non è il contesto giusto dove sfoggiarlo. Stesso discorso vale per tutti quegli outfit appariscenti e modaioli che sono splendidi da indossare per il tempo libero, soprattutto se coordinati agli accessori giusti, ma che in ambito lavorativo andrebbero tenuti nell’armadio. Nella macro categoria degli outfit eccentrici da evitare è necessario annoverare anche tutte quelle fantasie, come l’animalier, sempre di grande tendenza ma che vanno sapute dosare con grande cura per essere sfoggiate con la necessaria eleganza. Non è indispensabile indossare qualcosa di troppo classico e rigoroso o condannarsi ad una vita da ufficio incastrate nel più classico dei tailleur, tuttavia l’abbigliamento in questo caso non dovrebbe spiccare eccessivamente sulla persona.

Niente pizzi né merletti

Quando si parla di outfit perfetto per un colloquio di lavoro ci si riferisce a una sobrietà raffinata sia nelle forme, che nei colori. Per questa ragione sono assolutamente da bandire tutti quegli accessori o capi d’abbigliamento eccessivamente leziosi o, peggio ancora, infantili. Anche se avete un animo profondamente romantico, evitate di indossare ad un colloquio camicette piene di rouches, pizzi, e merletti. Le passerelle delle ultime stagioni hanno proposto in più occasioni bluse decorate e maxi fiocchi sul collo, tuttavia questi deliziosi accostamenti non sono indicati in occasione di un colloquio di lavoro: meglio sfoggiarli per il tempo libero o una volta assunte, purché opportunamente dosati. Incontri formali, come quelli lavorativi, necessitano di linee pulite e semplici, che diano l’idea di formalità e serietà. 

No alle gonne vaporose o troppo corte

Molte donne preferiscono indossare i pantaloni rispetto ad una gonna, soprattutto in vista di un appuntamento per discutere di un lavoro futuro. Non si tratta di una scelta obbligata, ovviamente. Sfoggiare una gonna per un colloquio o in ufficio può essere una buona idea, purché sia della forma e della lunghezza giusta. I modelli assolutamente da evitare sono quelli troppo ampi e ingombranti o corti. Il rischio è quello di apparire goffe nei movimenti.

Occhio alle borse che scegliete

Nemmeno l’accessorio per antonomasia di ogni donna può sfuggire alle ferree regole che circondano l’outfit da lavoro perfetto. Le dimensioni della borsa, infatti, sono molto importanti. Per questa ragione in occasione di un colloquio non dovete indossare né mini bag o clutch, graziose ma non adatte a questo particolare contesto, né shopping bag troppo ampie. Le prime suggeriranno l’idea che non possiate concentrarvi in un contesto lavorativo, le seconde saranno indice di disordine e disorganizzazione.

No ad outfit che non vi rispecchiano

Scegliere un look che non vi appartiene è un errore grave da evitare assolutamente. Ad un colloquio di lavoro è molto importante dimostrarsi a proprio agio e sicure di se stesse. Per questa ragione, se siete ad esempio donne sportive, che non indossano mai i tacchi alti, non dovreste farlo in una simile occasione. Optate, semmai, per una misura media con cui siete sicure di riuscire a camminare in maniera spedita. Chi indossa panni non propri trasmetterà parte del suo disagio all’interlocutore, compromettendo la buona riuscita del colloquio. In questo senso, la ricerca di un compromesso che strizzi un occhio alle tendenze delle passerelle ma che, allo stesso tempo, rispecchi l’immagine dell’ambiente lavorativo può essere la soluzione giusta per sfoggiare sempre il look giusto per ogni occasione. L’abbigliamento è uno degli strumenti che abbiamo per poter esprimere la nostra personalità. In ufficio, spesso, identifica anche le nostre mansioni. Per questa ragione è opportuno prestare molta attenzione alle combinazioni che scegliamo di indossare. Quelle da evitare potrebbero trasmettere un’immagine di noi non coerente con le nostre aspettative retributive, ad esempio. L’outfit sbagliato o semplicemente inadeguato è dietro l’angolo: non rischiate! Appuntatevi tutti i consigli che avete letto fino ad ora e fatene tesoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *