Rasatello

Il rasatello e il raso sono due tessuti molto simili tra di loro, ma differiscono per vari aspetti: prima di tutto bisogna specificare che con il termine raso (e rasatello) non si intende un particolare materiale ma il modo in cui viene tessuto, la trama, l’armatura. Mentre il raso è composto da 100% fili di seta, il rasatello viene intrecciato con filati naturali come il cotone che viene cardato e pettinato, in modo da acquisire l’aspetto lucido e brillante.

Mentre il raso è altamente pregiato e si usa per le decorazioni degli accessori di abbigliamento (ad esempio nelle scarpette a punta delle ballerine classiche), il rasatello ha la proprietà di essere più resistente e quindi è l’ideale per confezionare i vestiti di tutti i giorni e gli oggetti ad alta usura, come tende e tendaggi.

Inoltre, il rasatello si può tranquillamente lavare in lavatrice, mentre il raso richiede delle specifiche attenzioni, a seconda della miscela di filati della composizione.

Il rasatello può essere candeggiato, stampato, tinto, è molto resistente e adatto a diverse lavorazioni, per questo è utilizzato anche per realizzare abiti lucidi e brillanti ma di facile manutenzione e sicuramente più economici. Si tratta di un tessuto amato dai giovani designer che lo impiegano nelle loro creazioni fashion, è versatile, bello e pratico.

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

Visualizzazione di tutti i 2 risultati