Acrilico

Con il termine acrilico si intende un vasto assortimento di filati sintetici, molto simili alla lana, ottenuti attraverso la lavorazione chimica di polimeri. Con queste fibre sintetiche si ottengono dei tessuti caldi, leggeri e termo-isolanti, morbidi e piacevoli al tatto: l’acrilico non infeltrisce e proprio per questo viene filato assieme alla lana, in modo da ricavarne tessuti più resistenti e di facile manutenzione.

L’acrilico viene impiagato nella realizzazione di maglieria, pellicce sintetiche, giacche.

È molto utilizzato anche nella produzione di componenti di arredo come tovaglie, tendaggi, biancheria per la casa.

Le fibre poliacriliche, sapientemente lavorare, danno origine a dei manufatti dal peso specifico basso e per questo leggeri, soffici, morbidi, confortevoli.
Resistono molto bene al lavaggio in lavatrice, non si restringono e si asciugano rapidamente.

L’acrilico è tenace, resistente alle pressioni e allo stropicciamento, non infeltrisce, protegge dai raggi UV, non viene intaccato da muffe e batteri.

Un difetto di questo materiale è quello di attirare le cariche elettrostatiche (per questo a volte si avvertono come delle piccole scosse) e la polvere: questi inconvenienti si possono ammortizzare utilizzando degli specifici detergenti, ma in generale si tratta di un tessuto pratico e confortevole.

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

Visualizzazione di tutti i 2 risultati