Pubblicato il

Vestirsi in maniera elegante anche con un seno abbondante. Possibile? Sì!

Avere un seno abbondante (da 5° a 8°) è un atto generoso di madre natura ma potrebbe risultare molto scomodo per la postura e l’abbigliamento. Per quest’ultimo però, ci sono molti trucchetti salva look!

Come vestirsi se si ha un seno abbondante e la vita stretta

La vita stretta dona una meravigliosa curva al corpo, ma potrebbe evidenziare molto il décolleté. La regola in questi casi è evitare abiti e magliette larghe, perché si deformerebbe la propria linea finendo col sembrare molto più goffe e robuste. Un ottimo consiglio è sottolineare il punto vita con abiti ad A, ovvero quegli abiti che si stringono sulla vita per poi aprirsi in un’ampia gonna. L’alternativa è preferire una maglia aderente e una gonna in vita.
Un problema che molte donne riscontrano è la mancanza di abiti più larghi sul seno rispetto a vita e fianchi. Purtroppo questo le costringe ad acquistare abiti di una misura più grande, con conseguenti difettucci sgradevoli alla vista. Il segreto è acquistare materiali elastici, capaci di adagiarsi perfettamente sulle forme, oppure rimediare con una cintura larga in vita, meglio se in stoffa.
Per quanto riguarda le fantasie, sarebbe meglio optare per il monocromatico, per rendere l’outfit meno dispersivo, ma si può focalizzare l’attenzione su alcuni punti, in particolare decidendo quindi di indossare un abito con strisce orizzontali sulla vita, ad esempio. Assolutamente bocciate le linee verticali e il floreal, evidenzierebbero il seno grande in modo volgare.

Come vestirsi con seno abbondante e vita larga

La vita larga e un accenno di pancetta potrebbe causare ansia e tristezza al solo guardarsi allo specchio. Molte donne non sanno davvero come vestirsi per evitare di ingolfarsi o evidenziare ancora di più queste rotondità. In questo caso si può scegliere un accessorio capace di strutturare il corpo, creando un punto vita laddove non c’è. Stiamo parlando delle cinturine proprio sotto il seno, ideali per creare visivamente un pit stop capace di affusolare la figura. Un altro must che non può mancare nell’armadio è la classica vestaglietta capace di scivolare sul busto, ma di fermarsi proprio sulla vita grazie alla comoda cintura. Anche le giacche sono perfette, specialmente quelle avvitate. Il consiglio però è quello di lasciarle aperte, così da camuffare una linea non perfetta e non centrare l’attenzione unicamente sul décolleté.
Le maglie incrociate e a V riescono a evidenziare il seno senza risultare sfrontate ma al contempo vanno a stringere il busto, facendolo sembrare molto più esile.
Per ottenere lo stesso effetto è bene scegliere un abbigliamento con manica a tre quarti, capace di slanciare il busto senza troppi sforzi.
Per armonizzare la figura bisogna evitare leggins e pantaloni stretti, meglio acquistare pantaloni extralarge, magari con tinte stravaganti per livellare l’attenzione tra la parte superiore e la parte inferiore.

Saper scegliere il proprio modello

Con una scollatura generosa si possono variare diversi look a seconda del proprio gusto.
Chi non vuole mostrare troppo può optare per uno scollo a barchetta, capace di evidenziare le spalle risultando sensuale e mai volgare. Le scollature a V vanno bene solo quando non sono troppo profonde, in caso contrario è meglio scegliere uno scollo rotondo dall’intensità proporzionata alla propria voglia di osare. Per uno stile vintage, perché non indossare una scollatura quadrata? Evidenzia il seno e allunga il collo, perfetto per chi ha qualche chilo in più.
Scolli alti vanno bene solo per modelli particolari o per chi intende mostrare la schiena ma meglio non esagerare, per non comprimere il tutto e far risultare il seno ancora più grande.
Da evitare anche le scollature a goccia che sembrano chiamare l’attenzione sul seno, le camicie impossibili da abbottonare che tirerebbero sul seno o, al contrario, risulterebbero troppo larghe in vita o le scollature a cuore. Queste ultime lasciano intravedere troppo seno e il risultato sarebbe troppo nude per essere elegante.

Gli accessori immancabili

Gli accessori fanno la loro discreta parte, non solo nell’arricchire l’outfit, per vestire un seno abbondante senza massimizzare ulteriormente questa parte. Assolutamente da evitare le collane lunghe fino al décolleté in quanto sembrano chiamare ad alta voce gli sguardi, piuttosto è meglio optare per un girocollo o una collana corta, perfetta per dare un tocco fine al collo senza cadere banalmente sul seno. 
Immancabili invece i corsetti, specialmente gli underbust (i classici stringivita) che possono salvare abiti e maglie larghe, donando una linea a clessidra da fare invidia. 
Le scarpe alte possono fare la differenza perché slanciano la silhouette rendendola meno tozza. Classico accessorio salva look, tacchi e zeppe sono perfette per chi ha una statura medio-bassa e vuole affusolare la figura.
Per quanto riguarda le borse, meglio sceglierne una grande così da equiparare le masse, ottimale quella a tracolla, per coprire il busto in maniera strategica,
Infine, il reggiseno contenitivo. Tutte le donne con un seno abbondante sanno quanto sia importante affidarsi a un reggiseno di ottima qualità, capace di comprimere quanto basta, contenere il giusto e supportare quel peso capace di provocare forti mal di schiena. 

Insomma, tutte le donne meritano di sfoggiare il proprio seno, senza risultare ridicole, volgari o sbagliate. Con pochi consigli, anche le taglie abbondanti sapranno cosa indossare senza rinunciare a comodità e femminilità allo stesso tempo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *