Pubblicato il

Abito da cerimonia riutilizzabile in diverse occasioni? Alcuni consigli utili

Abiti da cerimonia: evitare gli eccessi per poterli indossare nuovamente 

Essere invitati ad un matrimonio, un battesimo o un’altra cerimonia, rappresenta l’occasione per sfoggiare i migliori abiti del proprio guardaroba. È diffusa però, la paura di non apparire sufficientemente eleganti; questo induce diverse donne ad acquistare ogni volta nuovi capi d’abbigliamento, con il rischio di dissanguare la carta di credito e riempire gli armadi. Procedendo con attenzione è invece possibile avere a disposizione vestiti da indossare anche per una cena con la propria metà, un aperitivo di lavoro o una serata dedicata al ballo. Il segreto è attribuire la giusta importanza non solo alla linea dell’abito, ma anche agli accessori da abbinare. Così facendo, anche un abito piuttosto “semplice” sarà in grado di fare la differenza, sorprendendo gli altri invitati. 

I principali fattori da tenere in considerazione prima dell’acquisto 

Ovviamente, la scelta del look da cerimonia è legata ad una serie di fattori: stile del matrimonio, orario della cerimonia, luogo nel quale la stessa avrà luogo. Le proposte, anche da parte dei marchi più famosi, non mancano. Dai classici tailleur (con gonna o pantalone) ai mini dress asimmetrici (purché non troppo corti), fino agli abiti in chiffon, le opzioni sono molteplici. Meglio evitare scollature troppo generose, gonne eccessivamente corte e colori “estremi” quali bianco e nero, che potrebbero risultare fuori luogo in altre occasioni. 
Se chi ha organizzato la cerimonia lo ha fatto mirando ad una certa sobrietà e alla semplicità, è possibile lasciare da parte abiti inutilmente pomposi, scarpe con i tacchi alti ed accessori impegnativi. Inoltre, se un matrimonio avrà luogo al mattino, e si dovrà prendere parte ad un rinfresco o al pranzo vero e proprio, un abito da cocktail potrebbe essere la soluzione ideale. Nel caso in cui, invece, la cerimonia si dovesse svolgere nel pomeriggio, un’opzione è rappresentata da abiti lunghi e completi più eleganti. Valide alternative sono un vestito stretto in vita (la cui lunghezza raggiunga le ginocchia) e un abito dal taglio sartoriale, come un tailleur accompagnato da una giacca sagomata. 

Ogni stagione ha il suo outfit ideale 

Prima di acquistare un abito da cerimonia è fondamentale valutare anche il periodo dell’anno nel quale avrà luogo. Nei mesi invernali, ad esempio, un pantalone morbido, una camicia ed una giacca dal taglio classico, non perderanno d’eleganza affiancate ad un cappotto di buona qualità. Eliminando quest’ultimo, il look potrà essere riproposto anche nella stagione primaverile e in quella autunnale. A donare maggiore luminosità saranno acconciatura, trucco ed accessori. 
In estate, un abito in seta o chiffon risulterà leggero ed elegante allo stesso tempo, senza esagerazioni. Se l’abito è scollato, una giacca (oppure una stola) assicureranno una maggiore sobrietà. È probabile che una cerimonia a luglio o a settembre debba fronteggiare condizioni atmosferiche mutevoli con il passare delle ore. Il caldo afoso del mezzogiorno potrà lasciare spazio all’aria fresca (quando non ventosa) delle tarde ore pomeridiane. In questo caso, via libera alle giacche in cotone, purché il loro taglio si riveli sobrio. La giacca potrà essere riutilizzata per un aperitivo con gli amici, o per una cena all’aperto. 
Anche la primavera è una stagione dalle mille insidie dal punto di vista meteorologico. Optando per un tailleur gonna o pantalone si potrà far fronte a sole o pioggia con la medesima efficacia. Se questo outfit apparirà troppo serioso al di fuori del contesto da cerimonia, saranno una spilla, una borsa mini e delle scarpe dai colori sgargianti ad accompagnarlo in altri momenti. 

La versatilità del tubino: l’abito giusto in diverse occasioni 

Chi è in cerca di una soluzione semplice può rivolgersi tranquillamente al tubino. Questo capo d’abbigliamento ha mantenuto intatta negli anni la sua raffinatezza, senza rinunciare alla sua semplicità e, soprattutto, si è dimostrato molto versatile. Soprattutto quando l’acquisto ricade su una versione classica, come la “little black dress”, richiama l’opportunità di essere indossato in ambiti molto diversi tra loro. Dal matrimonio alla festa di laurea, fino agli appuntamenti di lavoro, il risultato sarà assicurato. Dal punto di vista della versatilità, gli abitini che presentano un taglio sotto al seno, completati da una gonna stile anni ’50, non hanno nulla da invidiare al tubino. Il fatto di poter essere indossati con la stessa efficacia, sia con scarpe dotate di tacco alto, che con modelli dal tacco basso, moltiplica le occasioni di utilizzo. 

Non solo vestiti: scarpe e accessori per un look sempre diverso 

Come già evidenziato nelle precedenti righe, per poter proporre con successo un abito da cerimonia anche in altri frangenti, è necessario destinare agli accessori la meritata attenzione. Da qualche anno, fortunatamente, la scelta delle scarpe non è più legata a quella delle borse. Un suggerimento è acquistare una scarpa stringata dal taglio maschile, abbinandola ad una clutch a tinta unita che si riveli morbida al tatto e alla vista.
Per quanto riguarda i gioielli, evitare orecchini appariscenti e collane impegnative. Infine, cercare di non eccedere con strass, borchie e cerchietti. Ricordarsi che la scelta migliore, in previsione della partecipazione ad una cerimonia importante, è quella di acquistare abiti eleganti, ma non troppo eccentrici nella loro unicità. Il rischio, infatti, sarebbe quello di vederli invecchiare all’interno del guardaroba senza la possibilità di sfruttarli a dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *